Blog

Le ultime notizie dal nostro blog

Antiquariato: perizie ereditarie

Della scoperta, dello studio, della bellezza e dell’antiquariato: le perizie delle opere d’arte

La passione e la sensibilità per l’arte, l’attenzione al mercato dell’arte o la scelta di investire il proprio denaro in oggetti d’arte permette di realizzare piccole e grandi collezioni private di grande valore affettivo, culturale ed economico. L’importanza delle perizie è fondamentale sia per fini pratici (l’assicurazione e la tutela, ad esempio, o le questioni legate all’eredità) sia per acquisire una maggiore consapevolezza dei beni che si possiedono, conoscendone non solo il valore, ma la storia e il mondo intorno ad essi.

Tra tutti i servizi offerti dalla Galleria, come le valutazioni o l’intermediazione, le perizie, anche ereditarie, sono quelle che permettono di andare in profondità nell’opera d’arte, descrivendone tutti gli aspetti che ne determinano il valore.

 

DDL 2085

E’ stato di recente presentato, e passerà a breve al vaglio del Senato, il disegno di legge che agevola la circolazione e il commercio delle opere d’arte italiane all’estero.

Tefaf 2016

Tra le opere presenti a TEFAF, la più importante mostra di oggetti d’arte che si tiene ogni anno a Maastricht, è stato esposto un piccolo dipinto di Rembrandt scoperto di recente.

Il dipinto passava qualche mese fa in una piccola casa d’aste americana come quadro anonimo, e da una prezzo irrisorio è stato aggiudicato ad oltre 800.000 dollari.

Amrita Sher-Gil

Pittrice rivoluzionaria, viene considerata il punto di partenza dell’arte moderna indiana del XX secolo.
Carriera precoce, inizia a studiare scultura prima a Firenze a soli 11 anni, partita con la madre dall’India, e poi pittura a Parigi.
Muore giovanissima a 28 anni a causa di complicazioni legate ad un aborto…

Filippo Cifariello

“Tre vite in una” è il titolo della biografia che Filippo Cifariello pubblica negli anni 30, ripercorrendo le tappe della sua carriera artistica e della sua vita privata.
Se da un lato la fama come scultore ed i riconoscimenti abbiano accompagnato lo scultore per un lungo tempo, dall’altro la sua vita privata fu spesso affiancata da grandi tragedie.
Ispirato ai fatti circa il suo primo matrimonio, fu scritto un libro “L’artista e la sciantosa”, che ripercorre le tappe del processo per il quale l’artista fu condannato prima e assolto poi dall’accusa di uxorcidio.